QUARTETTO GUADAGNINI in concerto

quartettoQUARTETTO GUADAGNINI

 

FABRIZIO ZOFFOLI – violino
MISIA JANNONI SEBASTIANINI – violino
MATTEO ROCCHI – viola
ALESSANDRA CEFALIELLO – violoncello

 

Il Quartetto Guadagnini nasce nel 2012 dall’affiatamento di quattro giovani musicisti provenienti da Ravenna, Pescara, Roma e Bari. Vincitore nel 2014 del premio Piero Farulli, in seno al XXXIII Premio Franco Abbiati, si qualifica attualmente tra le più promettenti formazioni cameristiche d’Europa, dedite al grande repertorio quartettistico classico e romantico, con una particolare attenzione al repertorio del Novecento e alla musica del nostro tempo. Il Guadagnini si è già esibito nelle più importanti sale da concerti italiane, per la Società del Quartetto di Milano, l’Accademia Filarmonica Romana, il Teatro “La Fenice” di Venezia, lo Stradivari Festival di Cremona, a inaugurazione del nuovo Auditorium Arvedi del Museo del Violino, all’Unione Musicale di Torino, alla Società Umanitaria, al Bologna Festival, agli Amici della Musica di Padova, al Teatro Alighieri di Ravenna, per l’Associazione A. Mariani, al Teatro Ponchielli, al Teatro Massimo di Pescara, al Teatro Savoia di Campobasso, e per la Camerata musicale barese. Attualmente impegnato in una tournée nazionale promossa da CIDIM, il quartetto debutterà nel 2016 al Teatro La Pergola di Firenze per gli Amici della Musica. In luglio, ha debuttato al Festival dei 2Mondi di Spoleto. Già vincitore del V Concorso Musicale Marco Dall’Aquila e del XVI Concorso Internazionale Pietro Argento di Gioia del Colle (BA), ha recentemente ottenuto il Primo Premio nella seconda edizione del Concorso Internazionale “Massimiliano Antonelli” di Latina. Sul fronte della propria formazione il quartetto sta completando un ciclo di perfezionamento con il Quartetto di Cremona presso l’Accademia “W. Stauffer” a Cremona. Il Quartetto Guadagnini ha il privilegio di poter suonare quattro strumenti d’eccezione, di scuola piemontese, ricevuti in prestito da Gianni Accornero: Fabrizio suona un bellissimo violino Giovanni Francesco Pressenda, datato 1838, Giacomo un Francesco Guadagnini del 1885, mentre Matteo e Alessandra, rispettivamente, una viola e un violoncello di Annibale Fagnola, datati 1910.  Si è esibito su RAI 5 in Inventare il tempo, una trasmissione ideata e condotta da Sandro Cappelletto, in una puntata dedicata quartetto K465 “le dissonanze” di Wolfgang Amadeus Mozart, su RAI 3 accanto a Corrado Augias e Giovanni Bietti nella trasmissione “Visionari”.

Biglietto intero: € 15,00, ridotto over 70 e under 25 € 10,00, ridotto iscritti circoli Cral Enel e Acli Provinciali di Latina € 10,00

Acquista i biglietti

Powered by

logo